Itinerario Castello di Miramare > Trieste – Parti in bici alla scoperta dei parchi gioco

Itinerario dal Castello di Miramare al centro di Trieste – Parti in bici alla scoperta dei parchi gioco



Durante una breve vacanza in Friuli andiamo in esplorazione della città di Trieste.
 
Esattamente come indicato nel pdf parcheggiamo gratuitamente a lato strada sulla SS14, appena prima dell’ hotel Miramare. Scendiamo fino al meraviglioso Castello di Miramare dove dobbiamo lasciare fuori le biciclette per fare due passi nel parco (per i giardini del castello non si possono tenere le bici neanche a mano). Il Castello è magnifico in particolare per la sua posizione sul mare: Il bianco della struttura fa un contrasto eccellente con l’azzurro del mare.
Stupendo anche il parco del castello, tutto saliscendi con alberi maestosi, fiori colorati e viste mozzafiato. Qui però non ci sono giochi per bambini.
 
Riprendiamo le bici in direzione di Trieste. Lungo tutto il marciapiede che costeggia il mare si accalca la gente che prende il sole. Troviamo la ciclabile sul lato opposto della strada che percorriamo fino alla bella Pineta di Barcola ombreggiata da pini marittimi e lecci. Qui ci mettiamo i costumi da bagno e ci concediamo un bel tuffo in questo splendido mare da cui si accede attraverso scalette ricavate lungo la scogliera. Nella pineta ci sono molte aree gioco per i bimbi grandi e piccini.
La ciclabile ci porta fino all’ingresso della città e qui scopriamo purtroppo che Trieste non è assolutamente una città a misura di bicicletta: molti tratti di ciclabili finiscono nel nulla, obbligandoci spesso ad attraversare strade molto trafficate in cui dobbiamo respirare molto smog.
 
All’altezza della stazione alla nostra sinistra c’è un parco sopraelevato, per raggiungerlo dobbiamo salire una scalinata piuttosto lunga. Leghiamo le bici e procediamo. Si tratta del Giardino Lenor Fini, un grazioso parco con alcuni giochi, in particolare una torretta fatta ad aereo molto originale.
 
Arriviamo nella bellissima Piazza Unità d’Italia che è circondata da imponenti palazzi poi facciamo un giro per il porto (di nuovo per niente agevolati da ciclabili) e ci dirigiamo fino Passeggio Sant’Andrea con la speranza di trovare qualche giostra per i bimbi ma purtroppo scopriamo che di giorno è tutto chiuso.
 
Ritorniamo alla macchina… con tutti i disagi del caso. Ciò che ci ha più rattristato è vedere una così bella città senza un minimo di orientamento al turismo in bicicletta.
Il primo tratto dal castello alla pineta di Barcola invece ci è piaciuto molto.
Forse può valere la pena di lasciare le bici alla pineta e andare in centro col bus.
 
Pineta di Barcola

Pineta di Barcola

Pineta di Barcola

Pineta di Barcola

Castello di Miramare

Castello di Miramare

Giardino Lenor fini

Giardino Lenor fini